ZATTAGLIA – BRISIGHELLA (RA)

Territorio

Un soggiorno a Monte Spada offre interessanti occasioni di un turismo “di prossimità” alla ricerca di peculiarità e di spunti di interesse storico, paesaggistico, artistico e naturalistico; presenta anche l’opportunità di beneficiare delle vicine acque termali.

I Sentieri di Monte Spada

I sentieri di Monte Spada si snodano tra l’azienda e Monte Mauro. A piedi o in mountain bike, i vostri percorsi saranno veri e propri itinerari di biodiversità: tra alberi di frutti antichi, querce, ulivi e ginestre, apiari, frutteti, il lavandeto, i laghetti, il gesso… Esiste una mappa, appositamente disegnata per accompagnare le vostre passeggiate ed un sistema di frecce segnaletiche e di indicazioni, che vi faciliteranno la fruizione dei luoghi.

Escursioni guidate

Gli ospiti di Monte Spada possono prenotare l’accompagnamento di una guida esperta del territorio dei gessi, previa disponibilità della guida stessa, per passeggiate e trekking di vario livello. I percorsi proposti hanno tutti partenza da Monte Spada, a piedi, in mountain bike o con avvicinamento in auto: Anello di Monte Mauro, i Gessi e i Calanchi, Monte Mauro. Per info e prenotazioni contatta qui la guida che ti accompagnerà nella tua escursione. Guarda le immagini

ANELLO DI MONTE MAURO 

Guarda il percorso

MONTE MAURO

Guarda il percorso

GESSO E CALANCHI

Guarda il percorso

Parco della Vena del Gesso

Il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola. L’imponente affioramento gessoso che si sviluppa per una ventina di chilometri tra le province di Bologna e Ravenna, mostrando a Zattaglia la cima più alta: Monte Mauro (517 m s.l.m.). Una dorsale dalle caratteristiche uniche per continuità e bellezza, che offre ai visitatori un paesaggio incantato dal luccichio dei cristalli di gesso (doline, valli cieche, grotte) e una grande diversità ambientale.

La Grande traversata del Parco

La grande traversata del Parco della Vena del Gesso. Un’escursione che percorre tutta la Vena del Gesso, da Tossignano a Brisighella, attraversando le valli del Santerno, Senio, Sintria e Lamone. 20 km percorribili in 9 ore di cammino. In prossimità di Monte Mauro si incrociano i Sentieri di Monte Spada, che portano i visitatori direttamente presso l’agriturismo: tappa ideale prima di incamminarsi l’indomani mattina alla volta di Brisighella.

Il Sentiero dei  Cristalli

Il sentiero dei cristalli incrocia i Sentieri di Monte Spada. Unisce doline, valli cieche e consente la visita esterna alle cave romane di Lapis specularis. Un minerale prodotto da una soluzione di acqua satura di gesso che si rideposita in fratture della roccia. Utilizzato dagli antichi romani come alternativa più economica al vetro. Il centro visite Palazzo Baronale di Borgo Tossignano dedica approfondimenti alla storia del rapporto fra uomo e gesso.

Centro visite Cà Carnè

Il centro visite Ca’ Carnè – a 15 minuti di auto e 15 minuti a piedi (passeggiata facile). Ospita un ricco e suggestivo museo della fauna della Vena del Gesso, un ristoro tipico con bar, aree picnic con punto fuoco. Adatto per un’escursione in famiglia anche con i più piccini. Vicinissimo alla grotta Tanaccia,  visitabile con prenotazione presso il centro. Escursione di un’ora in 4 sale alla scoperta di pendenti, stalattiti e concrezioni mammellonari.

La grotta del Re Tiberio

La Grotta del Re Tiberio a mezz’ora di auto, visita adatta ad ogni età a cura delle guide speleologiche. Costituisce la parte terminale di un sistema di gallerie scavate da torrenti sotterranei. Nel 2010 studi archeologici hanno accertato l’utilizzo della grotta fra il III e II millennio a.C. e dal I millennio a.C. fino ad età romano-imperiale. Ricca la fauna cavernicola ospitata, fra cui 15 specie di pipistrelli.

Brisighella

Brisighella, suggestivo borgo medievale a 15 minuti di auto. Incastonato ai piedi di tre pinnacoli rocciosi su cui poggiano la rocca manfrediana (sec. XIV), il santuario del Monticino (sec. XVIII) e la torre dell’Orologio. Rinomata la Via degli Asini che deve il nome ai ricoveri degli asinelli utilizzati nel trasporto del gesso dalle cave adiacenti il paese. Lungo la via Faentina, fra Brisighella e Fognano, la Pieve di S. Giovanni in Ottavo (sec.IX – XI).

Casola Valsenio

Il Giardino delle erbe a Casola Valsenio a mezz’ora di auto. Gioiello di terrazzamenti ed aiuole che ospita una collezione vivente di circa 450 specie di piante officinali. Centro di divulgazione e sperimentazione sulla coltivazione ed utilizzo delle piante officinali in cucina, nella medicina, nella cosmesi. Percorsi didattici e visite guidate per grandi e piccini. Possibilità di acquistare semi e piantine aromatiche presso l’emporio ed il vivaio.

Terme di Riolo

Le Terme di Riolo ad appena 10 minuti di auto. Piscina termale con acqua salsobromoiodica calda (32°C-34°C) stimolante il sistema endocrino, antidolorifica, miorilassante, antinfiammatoria; getti idromassaggio, water step e water cyclette. Percorso vascolare 25°C e 34°C. Thermarium con sauna finlandese, bagno turco, doccia emozionale, doccia temporale d’acqua, tepidarium, fitness room attrezzata. Sconto del 15% all’ingresso per gli ospiti di Monte Spada.

La Rocca di Riolo

La Rocca di Riolo (XIV sec.) accoglie al suo interno percorsi interattivi attinenti l’architettura e le tecniche di difesa di rocche e castelli, la storia del territorio raccontata attraverso i reperti rinvenuti presso la vicina grotta del re Tiberio, il paesaggio dell’Appennino faentino. Suggestive le visite guidate nei venerdì d’estate in compagnia di Caterina Sforza, la cui biografia narrata in prima persona si intreccia con la storia del luogo.

Fognano

La stazione ferroviaria di Fognano, a 10 minuti di auto, collega direttamente Ravenna (1 ora e 10 minuti) e Firenze (1 ora e 40 minuti) con il “treno di Dante“. La comodità di raggiungere direttamente il centro di meravigliose città d’arte unita alla bellezza di un viaggio lento, a bassa velocità ma in tempi più veloci dell’auto. In direzione Firenze la ferrovia attraversa l’appennino e regala suggestivi paesaggi in ogni stagione.

Faenza

Faenza e il Museo Internazionale delle Cermiche a mezz’ora di auto. Pezzi di ogni provenienza geografica ed epoca storica, con una ricca sezione dedicata alle ceramiche faentine del Rinascimento. Lungo le vie del centro si incontrano oltre 25 botteghe artigiane d’arte ceramica. Da ricordare inoltre il Duomo di fine quattrocento, il settecentesco Palazzo Milzetti, il Teatro Masini, la Pinacoteca, il campanile ottagonale di S.Maria ad Nives.

Cervia e le sue Saline

Cervia e le sue saline ad un’ora e mezza di auto, all’interno del Parco del Delta del Po. Il centro visite offre escursioni guidate a piedi, in bicicletta e in barca alla scoperta dei nidi dell’avifauna rara e protetta (fenicotteri, avocette); percorsi di approfondimento sulla storia del sale. Da giugno a settembre visite guidate presso la antica salina artigianale Camillone, dove i salinari mostrano la varie fasi della produzione a mano del sale dolce.

Riviera Romagnola

Il mare della Riviera Romagnola a un’ora e mezza di auto. Simbolo dell’ospitalità romagnola, la riviera accoglie le esigenze di ciascuno: giovani, coppie, famiglie con bambini. Un’occasione da cogliere in giornata per chi non può godere tutti i giorni della vicinanza del mare, anche solo per un tuffo, il profumo della salsedine o un pasto semplice e gustoso a base di pescato fresco. Senza dimenticare il paesaggio e l’offerta culturale nell’ immediato retroterra.

Bologna

Bologna città dei portici, a un’ora e mezza di auto. Da vedere: Piazza Maggiore e la basilica di San Petronio, il portico del Pavaglione, il Palazzo dell’Archiginnasio sede originaria dell’Università più antica d’Occidente fondata nel 1088. La chiesa di San Domenico, scrigno di tesori della storia dell’arte italiana. Piazza Santo Stefano e l’omonima chiesa, sette chiese in una. Strada Maggiore, la Torre degli Asinelli e la Garisenda. Il museo medievale.